Newsletter

Sistema Tintometrico

Partner

Polisterolo

 

Il polistirolo, che qualcuno chiama polistirene o polisterolo, è quel materiale che, nella sua forma espansa (EPS), si presenta bianco, leggero, a palline più o meno grosse a seconda della densità di fabbricazione. Per capirci: quando acquistate una nuova televisione, un computer, una macchina fotografica, il polistirolo è quel materiale bianco usato per proteggere il vostro nuovo acquisto dagli urti.

Ma il polistirolo non si presenta solo nella sua forma espansa (a palline): esiste anche "estruso" (XPS) o anche "cristallizzato". Il polistirolo estruso è quello delle vaschette della carne del supermercato. Le palline sembrano fuse l'una nell'altra, e gli spazi tra pallina e pallina sono inferiori a quelli del polistirolo espanso. Il polistirolo cristallizzato è quello ad esempio delle custodie dei CD o delle penne BIC: rigido e semitrasparente.

Una prerogativa che lo rende estremamente versatile è la facilità con cui può essere colorato, sia con tinte lucide che opache. L'aggiunta del colore può essere fatta al momento dello stampaggio - fondendo il polistirolo nello stampo del pezzo insieme al pigmento colorante - oppure prima dello stampaggio, inglobando il pigmento nella massa del polimero prima di ridurlo in chips per lo stampaggio.